Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Di seguito una serie di risposte alle domande più frequenti che ci vengono poste a proposito della Gran Fondo Appenninica.

E' una manifestazione che coniuga lo spirito dell'avventura e della scoperta a quello della regolarità motociclistica. Un mix tra Turismo ed Agonismo che porterà i partecipanti a ridefinire il concetto di viaggio mettendo in gioco le proprie capacità di navigazione e controllo del mezzo.

Tanta strada e tante emozioni da poter condividere insieme ad altri appassionati motociclisti di molteplice estrazione; l'Appenninica infatti è aperta a tutti i motocicli poiché i tracciati si adattano facilmente ai vari assetti di guida.

Enduro, stradali, custom sia moderne che d'epoca potranno misurarsi in una sfida con se stessi godendo di paesaggi unici e momenti di aggregazione indimenticabili.

L'Appenninica offre tutto questo: emozioni, aggregazione e tanti chilometri in sella all'amica più cara... la motocicletta!

L'Appenninica fa parte del Campionato Nazionale Gran Fondo FMI.

Le Gran Fondo sono manifestazioni non competivite con forte declinazione turistica, atte a far misurare il pilota con le proprie capacità di navigazione nel rispetto della regolarità, determinata dalla media oraria imposta, lungo tracciati costituiti da passi di montagna, strade provinciali ed eventuali percorsi su sterrato di lieve entità.

La corretta percorrenza sul tracciato teorico nel rispetto dei controlli disseminati su di esso, permette il conseguimento di un punteggio attraverso il quale stilare la graduatoria di merito.

Chi partecipa all'Appeninica dovrà dimostrare le proprie capacità di orientamento mediante l'interpretazione e l'utilizzo di un Roadbook che darà al pilota tutte le informazioni utili per percorrere il corretto tracciato raggiungendo tutti i punti di raccolta e di controllo previsti in ogni tappa.

Le località di passaggio per definire il percorso “sono segrete” e verranno rivelate ai partecipanti solo la sera prima della partenza della tappa, il concorrente per vincere dovrà:

• Partire puntuale in base all’orario di partenza assegnatogli

• Riportare su una cartina stradale le località di passaggio indicate dall’organizzatore, determinando così il percorso da seguire.

• Trovare i way point (punti di controllo) predisposti lungo il percorso e fermarsi per la registrazione del suo passaggio

• Arrivare nei tempi limite

• Non prendere penalità disciplinari

Ogni volta che si sbaglia, ad esempio si salta un timbro di passaggio al way point, il concorrente riceverà una penalità (vedere Art.9.0 regolamento) vincerà Appenninica 2016 chi nell’arco della giornata di gara avrà acquisito meno punti di penalità.